Spleen, Trash & Trivia

Spleen, perché fa intellettuale. Trash, perché "ma intellettuale dove?". Trivia, perché alla fine è un'accozzaglia di roba a caso.
L'angolo Del Trash Trash vario

Dinosauri. Ma trash. Molto trash.

Tempo di lettura: 5 minuti

Volete sapere quale è stata la mia prima lettura trash? Il buco nero che mi ha risucchiato in un mondo di raccapriccianti improbabilità?

Secondo me no. Perché è stato un inizio veramente con il botto. Una cosa che va oltre l’immaginazione di qualsiasi persona sana di mente e anche della maggior parte di quelle con qualche problema.

Ma se proprio insistete, andate avanti a leggere. A vostro rischio e pericolo.

ATTENZIONE: il contenuto dell’articolo potrebbe offendere il vostro senso della decenza, del pudore e di cosa ha diritto a pubblicazione. Se per caso hai meno di diciotto anni e sei finito/a qui, probabilmente è il caso che smetti di leggere. Se ne hai di più, potresti rimanere traumatizzato lo stesso, ma fatti tuoi.

Come è iniziato tutto

Con un’innocente cena a casa di un’amica. Verso fine serata, parlando del più e del meno, a un certo punto lei mi fa:

“Oh, ma lo sai che esiste tutto un filone di libri erotici dove lei è un’umana e lui un dinosauro?”

COSA?!?”

Cioè… Come dire… Insomma, io di solito riesco a immaginarmi più o meno qualsiasi cosa. Ma questo no. Era troppo.

Mi è partita la curiosità morbosa. Dovevo sapere.

Sono andata su Amazon alla voce dinosaur erotica. Ho scoperto che erano ebook di poche decine di pagine e costavano poco. Non ho resistito.

Ho comprato Taken by the T-Rex, di Christie Sims e Alara Branwen.

Certe perle vanno lette in lingua originale. Davanti a certe cose, anche i traduttori più intrepidi fuggono terrorizzati.

dino1
Questo articolo sarà corredato da simpatiche immagini di T-Rex

 

Taken by the T-Rex: la trama

Siamo in un mondo dove i dinosauri non si sono estinti, gli umani vivono in piccoli villaggi con una società molto primitiva.

Drin è una giovane donna di bell’aspetto, nonché una delle più abili cacciatrici della comunità. Un brutto giorno, mentre lei e alcuni compagni sono via per un’escursione di caccia, il villaggio viene completamente distrutto da un T-Rex un po’ schizzinoso, che invece che mangiare persone intere ne assaggia solo uno o due arti, oppure tutto ma scarta una mano e un piede, insomma, quanto basta per ammazzare tutti ma lasciare una scena molto splatter in cui ognuno possa ritrovare pezzi dei propri cari.

Il gruppo di superstiti discute sul da farsi.

Drin vuole dare la caccia al T-Rex e vendicare il villaggio. Tutti gli altri le fanno notare che loro un T-Rex non sono capaci a ucciderlo e decidono di fondare un nuovo villaggio un po’ più in là  dove ricominciare una nuova vita tutti insieme.

Un tizio di nome Grul ci prova con Drin, ma lei gli dà picche: già una volta da adolescente ha provato a fare sesso con qualcuno e non le è piaciuto, quindi adesso non ne vuole più sapere.

Dopo qualche mese il T-Rex ritorna. Questa volta uomini, donne e bambini che non si capisce bene da dove siano usciti (visto che non ne erano sopravvissuti dal villaggio vecchio) riescono a fuggire. Drin invece decide di affrontare il T-Rex, facendosi inseguire attraverso il bosco e attirandolo su varie trappole di caccia da lei preparate tempo prima.

Grul decide di aiutarla, ma parte in ritardo e rimane indietro.

dino

 

Ma veniamo alla parte interessante

Comincia la caccia. A un certo punto, così a caso, Drin si accorge di essere eccitata.

Poco dopo, viene catturata dal T-Rex, che sappiamo (cioè, lo sa Drin) essere maschio e adolescente dal colore del piumaggio su parte del corpo (ebbene sì, sono dinosauri moderni con le piume). Si aspetta di essere mangiata, invece no, il dino l’ha afferrata ma non l’addenta. Guardando in giù, Drin vede un coso lungo circa 60 cm (vi ho fatto già la conversione dalle misure anglosassoni) e spesso ‘come il suo braccio all’altezza del gomito‘.

Perché sì, c’è un problema: i T-Rex sono parecchio più grossi degli esseri umani. E se tanto mi dà tanto, ecco che, insomma, abbiamo decisamente un problema.

La stessa Drin si rende conto che con dimensioni simili non c’è sospensione dell’incredulità che tenga, la cosa non è fattibile e lei rischia di fare una brutta fine.

Ma Drin è una ragazza sveglia (sveglia… Drin… ok, giuro che non l’ho fatto apposta) e prende in mano la situazione. Nel senso che proprio la abbraccia. Si avvinghia in modo da stimolare con il proprio corpo una superficie il più estesa possibile. Si fa parete di buco. E, già che c’è, si assicura che in tutto ciò l’amico Cli abbia modo di sfregarsi per bene sull’arnese giurassico (o forse paleolitico).

Tutto va per il meglio. Il T-Rex, che è un signor dinosauro, mica una mantide religiosa, finito quello che doveva fare la lascia andare.

Nello stesso momento arriva Grul. Drin pensa “Oh, merda, avrà mica visto quello che è successo?”, ma il problema si risolve subito perché il T-Rex  lo sbrana.

Happy ending, Drin torna dal resto della tribù ragionando che forse tutto sommato è arrivato il momento di trovarsi un partner.

 

dino2

Perché?!

A parte il livello di delirio della trama in sé… quello che mi sono chiesta e immagino vi chiederete anche voi è: come e perché a qualcuno è venuto in mente di scrivere una cosa simile?

In realtà, una mezza risposta c’è.

Amazon permette la distribuzione di libri erotici, ma ci sono dei paletti da rispettare sugli argomenti trattati: niente personaggi minorenni (da cui le tante storie con protagoniste di 18-19 anni), niente incesti (ok solo fratellastri e patrigni senza legami di sangue), niente stupri (e qui passa tanta roba parecchio borderline) e, ultimo, niente bestialità.

No, non nel senso di niente roba orribile e priva di logica, se no sparirebbe metà kindle store.

Nel senso, niente signorine (o signorini) che fanno cosacce con animali. E come si fa ad aggirare questa restrizione? Beh, c’è un cavillo: pare che nel regolamento si parli di specie viventi.

Se sei un genio del male, la prima cosa che pensi è proprio: “Beh, ALLORA DINOSAURI!

In realtà, c’è tutto un filone dei cosiddetti monster erotica. Unicorni, orchi, draghi, chi più ne ha più ne metta. Tutto purché non si tratti di animali reali e viventi.

E confesso di essermi lasciata prendere dalla curiosità anche da qualche altra opera di questo genere. Ma questa è un’altra storia, e si dovrà raccontare un’altra volta.

Forse.

 

3 Comment

  1. Mamna mia, che storia…!
    Avevi ragione: resterò traumatizzato a vita.
    .
    Ps
    “ma il problema si risolve subito perché il T-Rex che lo sbrana”
    un “che” di troppo o un “c’è” (un “arriva”, un “torna”, …) di meno?

  2. Li conoscevo! Non ne ho mai letto nessuno, anche se mi cercavo, quando possibile, le trame. Dentro di me il mondo mi pareva un po’ più strano e colorato perché qualcuno aveva scritto cose come i dinosaur erotica (non voglio credere, poi, che qualcuno li prenda sul serio, altrimenti altro che strano e colorato: un posto orribile sarebbe! Ciò detto, purtroppo so che qualcuno li prende seriamente. Cerco solo di negarlo a me stesso). Be’, ora so perché sono stati creati in primo luogo.
    Il vero top dell’erotica assurda, anzi a tratti metafisica, del mondo sono però o lavoro di Chuck Tingle <3

    1. Di Chuck Tingle ne ho letti un paio, ed è un genio assoluto! <3 Un giorno scriverò anche di lui. Lì però è proprio evidente la volontà esplicita di fare la cosa più surreale e trash possibile. I dinosaur erotica, pur senza ambizioni letterarie, si prendono molto più sul serio.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: