Spleen, Trash & Trivia

Spleen, perché fa intellettuale. Trash, perché "ma intellettuale dove?". Trivia, perché alla fine è un'accozzaglia di roba a caso.
L'angolo Del Trash Lettura Trash - Seduzioni Pericolose

Lettura Trash: Seduzioni Pericolose – Episodio 3

Tempo di lettura: 4 minuti

Al tempo dei nobili libertini, dei dominatori sadomaso, e dei Re, che sotto le 12 amanti si sentivano un po’ sfigati, la buona gioventù londinese invocava il soccorso di un eroe per riconquistare la pudicizia. Finalmente arrivò Penelope, l’inseducibile nobile bacchettona forgiata dai traumi di mille… di Un matrimonio. La lotta per il potere, le sfrenate passioni, gli intrighi, i tradimenti furono affrontati con indomito coraggio da colei che, sola, poteva cambiare il mondo [segue rumoroso trattenere il fiato, inconfondibile verso di guerra].*

Clicca qui se ti sei perso la scorsa puntata, qui per cominciare dal primo episodio

Capitolo 5: lui

Jeremy ha riaccompagnato Penelope a casa dopo il ballo licenzioso. Lei l’ha invitato a fermarsi un po’ a chiacchierare nel suo salotto (e va beh…). Lui pensa che se passasse all’azione adesso di sicuro lei cederebbe, ma si dice che no, deve sedurla sotto le vesti di ammiratore misterioso,

Nei panni di Jeremy Vaughn, invece, si doveva comportare come un amico”. 

(Cioè… in pratica vuole friendzonarla, ma poi sedurla nei panni dell’uomo misterioso, perché… Non si capisce, probabilmente perché così le lettrici vittime di friendzone possono immedesimarsi e sognare che il maniaco che le tampina sui social sia in realtà un profilo falso del loro amato)

I due si ritrovano a parlare del perché Penelope abbia iniziato la sua battaglia contro la dissolutezza. Lei confida che è stato un po’ per caso.

“C’era una mia amica presa male perché aveva scoperto che il marito aveva messo incinta l’amante, io mi sono un po’ accalorata. Ho detto che noi donne dovremmo fare fronte comune, dire agli uomini che certi loro comportamenti ci fanno star male, loro sono rimaste colpite dalle mie parole perché a nessuna era mai venuto in mente.”

Anche Jeremy rimane colpito perché “di certo a lui non era mai capitato di incontrare una donna così ardita da pensare di poterlo controllare” (ma di cosa stiamo parlando?! Non esiste in tutta Londra una donna capace di dire a suo marito “Ehi, mi dà fastidio che hai un’amante”?).

Penelope confida inoltre che le è capitato di ricevere minacce. Jeremy si scopre indignato e ha istinti protettivi a caso.

Penelope sta per confidare anche qualcos’altro, ma i due vengono interrotti dall’entrata di Fiona, che Jeremy riconosce come l’ex amante del suo amico Anthony.

Capitolo 5: lei

Ovviamente, una cameriera non dovrebbe fare irruzione così senza preavviso, ma Fiona era una cortigiana fino all’altro ieri e come cameriera è proprio scarsa. Penelope è un po’ in imbarazzo. C’è un breve dialogo inutile tra Fiona e Jeremy, poi Fiona consegna a Penelope una lettera (di chi sarà mai…?) e se ne va.

Jeremy chiede a Penelope se Fiona è una brava cameriera, lei risponde “Non molto, ma si sta sforzando di imparare”, lui scoppia a ridere, lei nota che “il suo volto cambiava aspetto quando rideva. Sembrava meno diabolicamente sensuale e più un uomo con un sorriso caldo, invitante”. 

Quindi non ha proprio sempre il volto peccaminoso, è capace anche di altre espressioni. Inoltre, per come è scritta la frase, quando non sorride non sembra un uomo.

Penelope fa promettere a Jeremy di non dire a nessuno che Fiona lavora da lei, lui promette e se ne va. Penelope ha “le gambe che tremavano e sentiva le farfalle nello stomaco” (qualche altro cliché, già che ci siamo?). Si mette a leggere la lettera, ovviamente dello spasimante misterioso.

lettera

Capitolo 6: lei

È passata una settimana. Penelope ha continuato a ricevere ogni giorno lettere dall’ammiratore segreto e farsi fantasie pensando a Jeremy.

Sempre con l’inverosimile scusa del “conoscere il suo nemico”, si lascia convincere, dopo aver protestato circa dieci secondi, ad andare a casa di Jeremy. Gli chiede di assicurarle che nessuno verrà mai a sapere di questa cosa, lui promette, lei si fida.

Capitolo 7: lui

Jeremy sa che Penelope è super turbata dalle lettere anonime e pronta a capitolare, ma si accorge di non essere orgoglioso del suo successo, bensì di sentirsi vagamente in colpa. Però ha una reputazione da mantenere con i suoi amichetti, quindi andrà fino in fondo.

Sono a casa di lui, Jeremy si ferma un attimo davanti a una porta, dietro cui c’è qualcosa di cui dice di avere intenzione di sbarazzarsi, ma che è importante che lei veda, sempre per la storia di conoscere il nemico.

Io qui ho pensato “Nooo, dimmi che non è una stanza sadomaso….”. E in effetti no, ci è andata bene.

Jeremy ha una super collezione di opere d’arte a tema erotico, anche roba molto antica e di qualità. Penelope va in tilt, mezza estasiata e mezza scandalizzata.

“Perché mi avete mostrato questi oggetti?” chiede lei “Si tratta forse di un gioco?”

Jeremy pensa che a volte ha davvero l’impressione di star giocando con lei “una complessa partita a scacchi“. (ma complessa dove??!) Risponde con una supercazzola. Lei lo guarda. Lui avverte “una fitta al ventre“.

Penelope chiede se tutti i tizi della sua cerchia abbiano collezioni del genere.

“Ma sei scema, hai idea di quanto costano molte di queste opere?” vorrebbe dire lui, ma esprime lo stesso concetto in modo più diplomatico.

“Alcune di queste opere sono molto antiche”

“Davvero?”

Sensualità, sesso, perversione. Non sono cose nuove. In alcune società vengono persino celebrate

E quante di queste società, alla fine, sono cadute?”

….

Va beh, io non commento neanche.

Scatta un altro momento di confidenze random. Penelope, mostrando grande tormento interiore, rivela: “Una persona a me cara è stata sedotta nel tentativo di proteggere me

Jeremy capisce che si riferisce a sua sorella Miranda, felicemente sposata con un ex-libertino che ora ha messo la testa a posto e la riempe di regali costosi.

Visto che la cosa non ha alcun senso logico, Jeremy cerca di capire cosa la turba davvero. Lei fa per dire qualcosa, poi decide che non può.

Dice invece che deve andare a casa per prepararsi a un ballo a cui è invitata quella sera. Gli chiede se lui ci sarà. Lui le dice di no, ma intanto ha preso la decisione che quella sera la sedurrà sotto le spoglie del tizio misterioso.

vaso_greco

Nella prossima puntata…

Cosa nasconde il passato di Penelope? Come farà Jeremy a sedurla senza farsi riconoscere? Qualcuno prima o poi si accorgerà che ‘sti due si frequentano e scoppierà uno scandalo? Succederà mai qualcosa di interessante?

Appuntamento alla prossima settimana.

Clicca qui per l’episodio 4

*Si ringrazia Federico Martello per l’introduzione in stile ‘Penelope la Bacchettona Guerriera’ 

1 Comment

  1. Brava, mi piace come lo racconti.

    E adesso via al mobbing quotidiano:

    “loro sono rimasta colpite”

    non è un errore perché Penelope si adegua al livello di intelligenza di istruzione delle amiche…

    Qui invece un errore veniale, ma io devo arrotondare come posso, quindi lo segnalo senza pietà:

    “Penelope ha continuato a ricevere ogni giorno lettere dall’ammiratore segreto e farsi fantasie”

    manca una “a” prima di farsi – più che altro per mantenere il sound…

    Però impegnati di più a strafalcionare, che sennò poi io faccio la fame, mannaggia!!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: